Costruiscono una ‘recinzione’, ma bloccano l’accesso alla spiaggia. Scatta il sequestro

Sottoposta a sequestro una recinzione di metallo che ostacolava l’univo varco d’accesso a un’ampia area demaniale marittima e alle spiagge, impedendo il transito. Interessato il Comune affinché provveda alla rimozione.

Quella recinzione metallica, in località “La Strea”, a Porto Cesareo, era l’unica strada di accesso al mare e alla spiaggia. Costruendola, quindi, era stato impedito il libero transito, così come previsto dalla legge regionale 17 del 2015. Tanto è bastato a far scattare il sequestro.

 Sono stati gli uomini in divisa della guardia costiera di Torre Cesarea (appartenenti al nucleo operativo di polizia ambientale della Direzione Marittima di Bari), accompagnati sul posto dalla Polizia Municipale del Comune di Porto Cesareo a effettuare il sequestro della recinzione, realizzata illecitamente su una proprietà privata, all’interno del territorio ricadente nell’Area marina protetta.

Su avviso dell’autorità giudiziaria, informata dell’accaduto, la recinzione è stata posta sotto sequestro penale mentre il responsabile è stato deferito.

Non solo, gli uomini in divisa hanno portato il caso all’attenzione del Comune che dovrà procedere all’avvio dell’iter per rimozione dell’opera abusiva.



In questo articolo: