Sequestro di persona e maltrattamenti in famiglia? Assoluzione per medico e avvocatessa

Non solo, poiché altre due persone sono state assolte dal reato di falsa testimonianza, al termine del processo.

 

Arriva l’assoluzione per una coppia di professionisti leccesi accusati di maltrattamenti in famiglia e sequestro di persona. 

Al termine del processo, nella giornata di oggi, il collegio della prima sezione (presidente Roberto Tanisi) ha assolto un medico ed un’avvocatessa. Non solo, poiché altre due persone sono state assolte dal reato di falsa testimonianza. Erano accusate di avere fornito dichiarazioni, per l’appunto false, nel corso di un altro processo. 

I quattro imputati erano assistiti dall’avvocato Ladislao Massari. Anche il pm aveva chiesto l’assoluzione, al termine della requisitoria in aula.

Una delle due figlie si era costituita parte civile attraverso l’avvocato Marco Castelluzzo.

I fatti contestati dalla Procura si sarebbero verificati a Lecce tra il 2013 e maggio del 2014.

Occorre ricordare, che nel novembre del 2017, il giudice monocratico Silvia Minerva, al termine del processo di primo grado, ha inflitto la pena di 5 anni ciascuno per il medico e l’avvocatessa. 

Rispondevano dei reati continuati di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. 

Tale procedimento è pendente in Appello. 

 

 

 

 

 

 

 

 



In questo articolo: