Spari nella notte in Piazzale Cuneo a Lecce. Agguato ai danni di un 31enne rimasto ferito

Il destinatario dei colpi di pistola è stato Attilio Salvini, arrestato nel 2011 dalla Guardia di Finanza di Lecce nell’ambito dell’Operazione su traffico internazionale di droga denominata Black & White. L’uomo ha riportato ferite a un piede.

Sono stati attimi di paura, anzi di vero e proprio terrore quelli che avranno vissuto i residenti di Piazzale Cuneo a Lecce.
 
Alle prime luci dell’alba, intorno alle ore quattro, nella piazza del capoluogo, il 31enne Attilio Salvini è stato destinatario di un agguato a colpi di arma da fuoco. Tre i proiettili sparati, uno solo dei quali ha colpito l’uomo che ha riportato una ferita a un piede. Le altre pallottole si sono conficcate sul portone.
 
Ricordiamo che Attilio Salvini era stato arrestato nel settembre 2001 nell’ambito dell’operazione, condotta dalla Guardia di Finanza, denominata Black & Withe, operazione nella quale, le Fiamme Gialle leccesi, in collaborazione con lo S.c.i.c.o. di Roma, avevano sgominato due cellule criminali, una italo-albanese, l'altra italo-marocchina, dedite al traffico internazionale di sostanze stupefacenti.
 
I provvedimenti cautelari, 29 in tutto, vennero richiesti dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Lecce a seguito di complesse e prolungate indagini, durante le quali la Guardia di Finanza salentina del Nucleo di Polizia Pributaria avevano, altresì, sequestrato 684 chilogrammi di marijuana, 64 di hashish, 5 di eroina ed oltre 1 di cocaina, un gommone, oltreché 264 cartucce per fucile mitragliatore kalashnikov.

Sul posto sono intervenute prontamente le Forze dell’Ordine del capoluogo, oltre che un’ambulanza del 118 che ha immediatamente trasportato Attilio Salvini all’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, dove, una volta giunti presso il nosocomio leccese i sanitari hanno prestato le cure del caso all’uomo.
 
Sono in corso le indagini da parte delle autorità inquirenti.



In questo articolo: