‘Ti sfregio e ti uccido’, così minacciava su Fb una ragazza salentina. La difesa produrrà una perizia psichiatrica

L’arrestato ha confermato il contenuto dei messaggi, ma si è giustificato, affermando di essere stato illuso dalla giovane e di essersi innamorato della persona sbagliata.

stalking

La Procura chiude la delicata inchiesta per stalking sul 36enne accusato di aver perseguitato una ragazza salentina che aveva rifiutato la richiesta di amicizia su Facebook, minacciando di seviziarla, violentarla e sfregiarla con l’acido.

L’avviso di conclusione delle indagini, a firma del pubblico ministero Luigi Mastroniani, giunge dopo l’arresto dell’uomo, originario del Salento, ma residente a Wallisellen, eseguito nelle settimane scorse dai poliziotti svizzeri. L’indagato risponde dell’accusa di stalking aggravato dall’uso di strumenti informatici, dai motivi abietti e dalla crudeltà.

Assistito dall’avvocato Dimitry Conte, potrebbe chiedere di patteggiare la pena. Inoltre, la difesa potrebbe produrre una perizia psichiatrica, che attesterebbe un vizio parziale di mente. L’uomo era stato trasferito a Milano nel carcere di San Vittore, dopo che era stata concessa l’estradizione ed ora si trova a Lecce, nel carcere di Borgo San Nicola. Nei suoi confronti è stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare a firma del gip Simona Panzera.

Nelle settimane scorse, Antonio D’Autilia, 36enne originario di Castrignano de’ Greci, è stato ascoltato  nell’ambito dell’interrogatorio di garanzia. L’arrestato ha confermato il contenuto dei messaggi, ma si è giustificato, affermando di essere stato illuso dalla giovane e di essersi innamorato della persona sbagliata.

Le indagini sono state condotte dai carabinieri della stazione di Monteroni. L’uomo, a partire dal mese di luglio del 2019, avrebbe perseguitato e minacciato di morte la ragazza, attraverso i social Facebook ed Instagram, con frasi del tipo: «Appena torno nel Salento ti sfregio e ti uccido». E poi: «La tua carne mi mangio cruda».

Ed avrebbe utilizzato anche alcuni video e foto con immagini violente e macabre.

Il 36enne avrebbe minacciato anche il fidanzato, oltreché la sorella, la cugina e tre amiche della ragazza.



In questo articolo: