Veglie, i ‘topi d’appartamento’ colpiscono ancora: rubati preziosi per 10mila euro

Ammonta a circa diecimila euro il danno economico dovuto al furto di oggetti preziosi da dentro un’abitazione di Veglie. Sul caso stanno indagando i carabinieri locali

Sapevano come muoversi e dove andare a parare; un piano studiato, organizzato e, purtroppo, ben riuscito. Non avrebbero nemmeno considerato apparecchi di ultima tecnologia. Niente. Hanno avuto tutto il tempo di agire indisturbati, scegliendo persino la refurtiva da asportare illecitamente. Brutta, bruttissima sopresa, dunque, per un giovane professionista di Veglie, proprietario dell'abitazione svaligiata nella giornata dell'altro ieri. Da una prima quantificazione ufficiosa, pare che i danni di questa bravata ammontino a circa 10mila euro.

Rubati diversi oggetti di valore, pure affettivi. Sembra che il furto fosse avvenuto di giorno; l'appartamento, infatti, è affittato ad una famiglia salentina. In quel momento i componenti erano tutti fuori casa e i malviventi hanno così colto l'occasione per mettere a segno un colpo 'coi fiocchi'. Scavalcato il cancello d'ingresso ed entrati dall'ingresso principale, i ladri si sono fiondati subito sui gioielli. Non appena scoperto l'ignobile fatto è stata allertata la stazione locale dei Carabinieri.

Stando al primo sopralluogo dei militari, questi 'topi d'appartamento' avrebbero volutamente tralasciato materiale pesante, economicamente vantaggioso ma troppo difficile da trasportare durante le ore diurne. Anche in passato la zona ricevette 'visite indesiderate' da parte di chi non si fa nessuno scrupolo nel sottrarre cose altrui. Diverse altre famiglie, peraltro, non negano d'aver subito furti e la paura che un gruppo specializzato si sia 'affezionato' all'area interessata non risulta poi così superficiale.



In questo articolo: