Ventisei migranti intercettati al largo di Leuca, bloccati i due scafisti

Ci sono anche cinque donne ed un bambino tra i ventisei clandestini intercettati alle prime luci dell’alba da una motovedetta della Guardia Costiera. I finanzieri, successivamente, hanno individuato e bloccato i due scafisti.

Ventisei clandestini sono stati intercettati nel cuore della notte a circa 16 miglia a Sud Est di Santa Maria di Leuca. I clandestini hanno raggiunto le coste salentine alle prime ore dell’alba di questa mattina, nonostante le condizioni piuttosto proibitive del clima ed il mare in tempesta.

I clandestini erano tutti di origine siriana e pakistana e sono stati bloccati prima che raggiungessero la terra ferma da una motovedetta ed un elicottero della Capitaneria di Porto di Gallipoli. Questi ultimi hanno anche avviato le prime operazioni di soccorso sui ventisei migranti che versano comunque tutti in buone condizioni di salute. Tra di loro erano presenti anche cinque donne ed un bambino.

Il gruppo è stato condotto sulla terraferma a bordo della sua stessa imbarcazione, una barca a vela lunga dodici metri partita dalla Grecia. I clandestini sono poi stati accompagnati in pullman presso il centro di prima accoglienza Don Tonino Bello di Otranto, dove saranno avviate le procedure di identificazione.

L’imbarcazione partita dalla Grecia è stata poi sequestrata dalla Guardia di finanza di Gallipoli che ha agito con una motovedetta ed un elicottero. I militari avrebbero individuato e bloccato i due scafisti, le cui posizioni sono ora al vaglio degli investigatori.