Consegnato il Panathlon Club “Fair Play 2018”, premiati Aldo Sensibile e Salvatore Bianco

Si è svolta questa mattina presso l’auditorium dell’Istituto “Grazia Deledda” la consegna del prestigioso riconoscimento che quest’anno è andato all’ex calciatore e ex ciclista leccesi.

Sono stati Aldo Sensibile, ex calciatore, allenatore, dirigente sportivo e Salvatore Bianco, ex corridore e dirigente emerito della Federazione Ciclistica Italiana i destinatari del Premio Fair Play 2018, organizzato dal Panathlon Club di Lecce.

Presso l’auditorium dell’Istituto Tecnico “Grazia Deledda”, gremito in ordine di posto, i due ex atleti hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento rispettivamente alla carriera nello sport e alla promozione dello Sport.

Alla cerimonia consegna hanno partecipato il Presidente del sodalizio leccese, Ludovico Malorgio; il vicepresidente della Provincia di Lecce, Massimiliano Romano e, naturalmente, il padrone di casa, il Dirigente Scolastico del “Grazia Deledda”, Raffaele Capone.

Aldo Sensibile, leccese classe 1947 nel corso della sua carriera di calciatore ha indossato le maglie, tra le altre di Lecce, Roma, Lecco e Brindisi. Appese le scarpe al chiodo ha intrapreso la carriera di allenatore formando, anche, insieme all’amico e altra storica gloria del calcio salentino, Mimino Renna, di cui è stato vice, una coppia che ha portato l’Ascoli ha battere tutti i record nel Campionato di Serie B. Non soddisfatto ha anche ricoperto ruoli dirigenziali in numerosi club tra cui direttore Sportivo di Ascoli, Castel di Sangro e Brindisi.

Salvatore “Totò” Bianco, invece, classe 1943, è stato per molti anni presidente del Comitato Regionale pugliese di ciclismo, di cui è stato vero e proprio deus ex machina. Una lunga esperienza nel ciclismo, una presenza costante e costellata da grandi successi.

Il Panathlon Club Lecce assegna annualmente  questo riconoscimento “al gesto sportivo”, “alla promozione dello sport” e “alla carriera nello sport”  a sportivi salentini, che con la loro attività di  dirigenti, tecnici, atleti e operatori sportivi hanno interpretato e promosso i valori dello sport  offrendo significativi esempi alle giovani generazioni.