Lecce – Benevento, il giorno del big match. Sotto l’albero si spera di scartare un regalo giallorosso

Tra poche ore i salentini saranno impegnati contro la compagine sannita. Partita difficile per capitan Papini e compagni che incontreranno una delle formazioni più in forma del campionato. Intanto il Foggia vola al primo posto.

Manca poco alle ore 15.00, quando il signor Mancini di Fermo porterà alle labbra il fischietto e darà il via alla sfida che vedrà opposto il Lecce alla compagine campana del Benevento, contro cui negli ultimi anni di Lega Pro è stato sempre incontro al vertice.

Quella che si disputerà tra poco sarà l’ultima partita dell’anno 2015, 365 giorni nei quali in Salento se ne sono viste tante. Prima il mancato e inaspettato accesso ai Play Off, poi il passaggio di mano dalla famiglia Tesoro a una cordata di imprenditori tutti made in Salento. Si spera, però, che a pochi giorni dalle festività del Santo Natale, capitan Papini e compagni possano e vogliano riporre un regalo sotto l’albero dei leccesi: la vittoria contro la compagine allenata dall’ex tecnico del Gallipoli, Gaetano Auteri.

L’impegno di oggi non sarà certo facile. I giallorossi provengono dal mezzo passo falso contro la Paganese e l’eliminazione dalla Coppa Italia a opera dell’Akragas e, soprattutto, incontreranno una formazione che appare essere la più in forma di questo scorcio di Campionato (nelle ultime tre giornate di campionato il Benevento, così come il Lecce, ha conseguito due vittorie e un pareggio), ma le motivazioni di certo non mancano e l’obiettivo sarà quello di conquistare l’intera posta in palio, allo scopo di non perdere ulteriore terreno dalla vetta e nella speranza di un pareggio o di una sconfitta della capolista Casertana che consentirebbe un ulteriore avvicinamento al primo posto in classifica necessario a ottenere la promozione diretta al torneo cadetto.

In occasione della partita di domani, anche questa volta, così come accaduto nelle ultime due partite, mister Piero Braglia non dovrebbe avere problemi di formazione.

A ogni modo, come sempre, l’undici da mandare in campo verrà deciso poco prima del via, ma il Lecce dovrebbe schierarsi con un 3-4-3 con: Perucchini tra i pali; difesa composta da  Freddi, Cosenza e Abruzzese; linea mediana con Lepore, Papini, Salvi e Legittimo; Surracco, Moscardelli e Curiale a comporre il tridente d’attacco.

Stesso modulo anche per il tecnico di Floridia, che dovrebbe giocare con: Gori in porta; Padella, Lucioni, Pezzi centrali di difesa; Melara e Troiani esterni di centrocampo con  Cruciani e Del Pinto in mezzo; Mazzeo, Marotta, Ciciretti ad agire nel reparto avanzato.

Intanto, ieri pomeriggio, negli anticipi di campionato, il Foggia di De De Zerbi, vincendo a Martina Franca per 2 a 0 è volato in vetta alla classifica del giorne C di Lega Pro. L'ex capolista Casertana giocherà solo lunedì in casa con il Messina. Sempre ieri il Catania ha liquidato la Paganese per 3 a 0. Queste le altre sfide di oggi:

Akragas – Melfi
Catanzaro – Ischia
Cosenza – Andria
Lecce – Benevento



In questo articolo: