Liverani si tiene il punto di Venezia, ma chiosa: “c’era un rigore solare”. Tutti i numeri dell’ultima giornta di B

Con il pareggio di ieri, il Lecce sale a 35 punti, appaiato al Pescara. Al termine della sfida del “Penzo” Liverani ammette: “buona prova, ma meritavamo di più”.

Il solito bel Lecce, ma stavolta meno cinico e meno tambureggiante. Alla fine è giusto il pareggio dei giallorossi di scena ieri sera allo stadio “Penzo” di Venezia. Primo tempo di marca decisamente giallorossa, ma senza grosse emozioni, se non un erroraccio in disimpegno di Vigorito che rischia di farla davvero grossa. Anche la ripresa inizia nel segno del Lecce, ma sono i lagunari a passare in vantaggio con Citro. Tempo un minuto e Palombi – ad oggi miglior marcatore dei salentini – pesca l’inzuccata vincente.

Nel finale Liverani getta nella mischia anche Tumminello e Falco, ma la retroguardia di Zenga regge e il risultato finale si fissa sull’1-1.

“E’ chiaro che siamo dispiaciuti per come abbiamo preso il gol – commenta a caldo Fabio Liverani – soprattutto perché è nato da un disimpegno superficiale di Meccariello sulla trequarti. Per il resto, i ragazzi hanno fatto una buona gara contro una squadra che veniva da una brutta sconfitta. Abbiamo fatto noi la partita, abbiamo colpito due pali, ma soprattutto non ci è stato concesso un rigore netto”.

Il tecnico si riferisce all’atterramento subito in area di rigore avversaria da Venuti nel corso del secondo tempo: episodio molto dubbio. “Il penalty è solare: sono stati concessi rigori in modo molto più discutibile. Ogni volta è sempre un rincorrersi di episodi e le lamentele delle società possono distogliere gli arbitri da un giudizio sereno.

Gli episodi – prosegue – possono sempre cambiare una partita, ma più in generale, dopo i giorni difficili che abbiamo passato per la questione Scavone, abbiamo mantenuto la nostra identità. Il nostro obiettivo è continuare a fare prestazioni e punti”.

Poi le valutazioni sui singoli, soprattutto sui cambi proposti. “Tumminello – spiega – ha fatto quello che poteva fare dopo sei mesi di inattività. E’ un calciatore che deve stare sul pezzo perchè ha la qualità e la forza per calarsi subito in questa categoria e per darci una mano. Falco? Non era al meglio della condizione, ma è un giocatore sempre imprevedibile. Ha recuperato dall’infortunio e dalla prossima potrà avere maggiore condizione”. 

I risultati

Con pareggio del “Penzo”, quindi, il Lecce perde contatto con Brescia e Palermo e si vede scavalcato dal Benevento.

Le due battistrada, infatti, continuano nella loro entusiasmante sfida in vetta alla classifica. Nella giornata di sabato, i rosanero sono tornati alla vittoria dopo tre turni, imponendosi sul campo del Perugia. Il Brescia, però, poche ore dopo ha rimesso le cose in chiaro, battendo in casa – sebbene con qualche difficoltà – il Carpi (3-1). Solo un punto divide le due squadre e venerdì c’è lo scontro diretto al “Rigamonti”.

Inanella la seconda vittoria consecutiva il Benevento che, aiutato un po’ dalla fortuna – fa suo il derby contro la Salernitana (0-1). Ennesimo stop, invece, per il Pescara: la truppa di Pillon impatta in rimonta (1-1) a Foggia. I 3 punti per il Delfino mancano da quattro giornate.

Continua la sua risalita nel cuore della zona playoff lo Spezia. I liguri vincono anche a Cittadella (granata al secondo KO di fila), con il punteggio di 0-1. Non esce dalla crisi il Verona: al “Bentegodi” l’Hellas si fa stoppare anche dal Crotone (1 a 1). Tifosi inviperiti con Fabio Grosso, capace di raccogliere solo 4 punti nelle ultime cinque gare.

Nella parte bassa della classifica, prezioso successo del Livorno contro il Cosenza: il 2 a 0 permette ai toscani di avvicinare i silani, al momento ancora fuori dalla zona playout. Polveri bagnate, infine, nella sfida tra Cremonese e Padova.

La classifica

Brescia 42, Palermo 41, Benevento 36, Pescara e Lecce 35, Spezia 34, Verona 33, Cittadella 30, Perugia 29, Salernitana 28, Cremonese 27, Venezia 26, Ascoli 25, Cosenza 24, Livorno e Foggia 20, Crotone 19, Carpi 18, Padova 17.

Prossimo turno 24^ giornata (15-18 febbraio)

Brescia-Palermo (ven. h21)
Benevento-Cittadella (sab. h15)
Carpi-Perugia (sab. h15)
Padova-Foggia (sab. h15)
Ascoli-Salernitana (sab. 18)
Cosenza-Cremonese (dom. h15)
Lecce- Livorno (dom. h15)
Spezia-Verona (dom. h21)
Crotone-Pescara (lun. h21)
riposa Venezia



In questo articolo: