Verso Catania-Lecce, Lepore: ‘Concentrati sulla gara di domenica. In rosa tutti meritano di giocare’

Con la compagine etnea i giallorossi cercheranno di conquistare l’intera posta in palio allo scopo di rimanere saldamente da soli in vetta alla classifica. Parla il capitano, grande protagonista domenica scorsa nel ruolo di esterno d’attacco.

Conquistata la vetta in solitaria e superato, se pur ai calci di rigore, il primo turno della Coppa Italia di categoria che, nell’incontro successivo li vedrà opposti al Matera, i giallorossi proseguono la preparazione in vista della sfida di campionato che domenica, allo stadio “Massimino”, li vedrà opposti al Catania.

Partita delicata quella che dovranno affrontare gli uomini di Pasquale Padalino contro gli etnei attualmente relegati al penultimo posto in classifica, perché, proprio con le compagini considerate più deboli, spesso i salentini hanno steccato clamorosamente, l’ultima volta dieci giorni fa con la Vibonese. Nonostante l’ultimo intoppo di questo tipo, però, sembra che quest’anno la tendenza si sia invertita e si spera che anche in Trinacria si possano conquistare i tre punti allo scopo di rimanere da soli in testa al Girone C di Lega Pro.

“Mercoledì scorso tutti i non convocati, come me, per la gara di Coppa sono andati a vedere la partita a Francavilla Fontana. È stato bello assistere alla gara, nella nostra rosa tutti meritiamo di giocare e la Coppa Italia serve anche a questo: chi scende meno in campo ha la possibilità di mettersi in mostra”, ha affermato il capitano Franco Lepore, che domenica scorsa ha disputato una grande partita nel ruolo di esterno d’attacco.

La mia posizione in campo? Io sono cresciuto a centrocampo, poi nel corso degli anni ho imparato altri ruoli. Nell’esperienza a Nocera ho giocato da terzino destro, con De Canio, Lerda e Bollini sono stato impiegato da mezz’ala. In tutti i ruoli mi trovo bene. Quest’anno mister Padalino sa che posso ricoprire diverse posizioni in campo e dove decide di farmi giocare lo faccio con tanta fame ed entusiasmo.

Saper ricoprire molti ruoli è un’arma in più per dare maggiori soluzioni alla squadra e al nostro allenatore.

Ci attenderà un periodo di scontri diretti? Come abbiamo sempre detto pensiamo gara per gara, ora siamo concentrati sulla sfida di Catania. Sarebbe importante mantenere questo vantaggio sul Foggia prima della partita di fine ottobre.

Ma proprio per quello che ho detto poco fa, tutto passa prima da Catania ed è su questo che siamo concentrati”.



In questo articolo: