Arriva l’autunno e il Fai schiude piccoli gioielli d’Italia. Porte aperte nella Chiesa dei Santi Niccolò e Cataldo a Lecce

Nella giornata Faimarathon in tutta Italia molti monumenti verranno aperti al pubblico. Appuntamento domenica 18 ottobre anche a Lecce. Visite guidate alla Chiesa dei Santi Niccolò e Cataldo, alla Chiesa di Aurio e alla Torre dei cavallari.

Ricordiamoci di salvare l’Italia” recita il claim scelto per  FAImarathon, evento nazionale a sostegno della campagna di raccolta fondi. Per l’edizione 2015 saranno i giovani del FAI, domenica prossima, 18 ottobre 2015, ad essere i ciceroni.
FAImarathon, quindi, con l’arrivo della stagione autunnale, apre al pubblico, con visite a contributo libero, oltre 500 luoghi in 130 città di tutta Italia grazie all'entusiasmo di 3.500 volontari che, in molti casi, proporranno eventi e iniziative speciali.

I palazzi, le chiese, i teatri, i giardini, i cortili,  di cui il Bel Paese è pieno si tolgono da dosso la polvere per farsi conoscere e ammirare:  frammenti di bellezza della vita quotidiana, spesso inaccessibili o poco conosciuti, i luoghi proposti nei diversi itinerari tematici, urbani ed extraurbani, sono di interesse artistico, paesaggistico e sociale e rappresentano l’identità del territorio, con la sua storia e le sue tradizioni.

Anche la Delegazione FAI di Lecce, guidata da Rossella Galante Arditi di Castelvetere, partecipa attivamente alla manifestazione con un itinerario interessante dal titolo "Tancredi conte di Lecce, re di Sicilia, ultimo discendente degli Altavilla, ed il suo amore per questa terra (Lecce 1138 – Palermo 1194)”.

In particolare il FAImarathon 2015 apre in provincia di Lecce la Chiesa dei Santi Niccolo' e Cataldo, fondata nel 1180 e donata all’epoca ai Benedettini. A questi ultimisuccessero nel 1494 gli Olivetani, che la ressero fino al 1807, anno dell’espropriazione dei beni ecclesiastici. La Chiesa oggi si trova all’interno del Cimitero Monumentale di Lecce, ed è ricca di opere d’arte. (Orari di apertura: 10.00 – 12.00 -ultimo ingresso ore 11.30. Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni®: Liceo Scientifico “C. De Giorgi” di Lecce.

E ancora, a dare il meglio di sé, la piccola Chiesa di Aurio in stile romanico. Risalente al XII secolo, essa fu donata da Tancredi, insieme al casale di Aurio, ai Benedettini di San Niccolò e Cataldo. Sono ancora visibili all’esterno due leoni stilofori,che probabilmente sorreggevano un protiro. Caratteristici sono anche gli innumerevoli graffiti con navi e cavalieri che si trovano sia all’esterno che all’interno dell’edificio (Orario di apertura: 10.30 – 12.00 -ultimo ingesso ore 11.30. 15.30 – 17.00 -ultimo ingresso ore 16.30. Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni®: Scuola Media Statale “Elisa Springer” di Surbo. Eventi musicali a cura del Coro della Scuola Media Statale “Elisa Springer” di Surbo.

In ultimo, la Torre dei cavallari che fu costruita nelle immediate vicinanze della chiesa di Aurio. Realizzata nel XVI secolo, era un presidio di guardie a cavallo – tra Lecce, le masserie fortificate e le torri costiere. La Torre ha una forma cilindrica leggermente rastremata verso l’alto, ed all’interno vi sono ancora tracce di camini e mangiatoie. (Orario di apertura: 10.00 – 12.00 -ultimo ingresso ore 11.30.  15.00 – 17.00 -ultimo ingresso ore 16.30. – Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni® Scuola Media Statale Elisa Springer di Surbo. 

Insomma, un’iniziativa affascinante come ogni anno e che vede i ragazzi di scuola impegnati alla scoperta di luoghi suggestivi, anche se spesso dimenticati.



In questo articolo: