Resta bloccata sulla scogliera di Porto Selvaggio. I Vigili del Fuoco la salvano, i dettagli dell’intervento

Sono stati  momenti di vero e proprio terrore quelli vissuti da una 59enne di Nardò. L’intervento dei Caschi Rossi ha scongiurato il peggio.

Si era recata sulla scogliera di Porto Selvaggio per fare jogging, poi, forse a causa di una distrazione è rimasta bloccata e per una 59enne di Nardò sono state ore di vero e proprio terrore. Fortunatamente il pronto intervento dei Vigili del Fuoco e l’alta professionalità del Corpo ha fatto sì che il tutto si risolvesse solo con un grandissimo spavento.

Nello specifico la signora è rimasta bloccata sotto la Torre dell’Alto, qui, una volta resasi conto di quanto stesse succedendo ha iniziato a gridare chiedendo aiuto e le urla hanno richiamato alcuni pescatori che, prontamente, hanno lanciato l’allarme al 115.

La chiamata, giunta alla centrale operativa dei Vigili del Fuoco, ha fatto sì che fosse mobilitata la squadra del distaccamento di Gallipoli e il Nucleo SAF (Speleo Alpino Fluviale) in forza presso la sede centrale del Comando Provinciale di Lecce.

Con tecniche di derivazione speleo, gli uomini del Reparto SAF, hanno dapprima raggiunto la donna per poi recuperarla in piena sicurezza.

Le operazioni di soccorso sono durate alcune ore, soprattutto a causa delle condizioni meteo avverse e l’oscurità che le hanno rese delicate.

Una volta tratta in salvo, la 59enne è stata affidata alle cure mediche del personale sanitario del 118, anch’esso giunto sul luogo dei fatti.

Il Reparto SAF

Il Reparto SAF, in forza ormai da diversi anni presso il Comando dei Vigili del Fuoco di Lecce, è la squadra delle missioni impossibili. Uomini che hanno superato numerose prove e vengono sottoposti, ogni anno, ad addestramenti molto intensi. Si allenano di continuo, una vita passata a salire e scendere dai velivoli, addestrarsi alle mille manovre di salvataggio.

Tali tecniche consentono di aumentare il livello di sicurezza dei soccorritori e migliorare il servizio offerto alla popolazione in particolare in quelle situazioni in cui, a causa dello specifico scenario, non sono utilizzabili i normali mezzi in dotazione. I SAF fanno anche parte dell’equipaggio del Reparto Volo Vigili del Fuoco Puglia e operano a bordo elicotteri “AB 412”.

Di particolare interesse è stata l’attività svolta dagli uomini del S.A.F. di Lecce nelle regioni colpite da catastrofi naturali come il sisma in Abruzzo, Umbria e Marche. Alcuni di loro hanno operato anche nel recente sisma in Albania. Quattro di essi furono impiegati nel G8 del 2009 che si tenne all’Aquila, con il compito di vegliare sull’incolumità del Presidente degli Sati Uniti Barak Obama e presidiare la palazzina di quattro piani nella quale alloggiava.



In questo articolo: