Si procurano ferite con atti di autolesionismo e poi minacciano i Carabinieri. Arrestati due fratelli rumeni

Nottata agitata ieri sera a Calimera, con gli uomini dell”™Arma che sono dovuti intervenire per arrestare, Costel e Florim Bambu, rispettivamente di 30 e 28 anni.

 Una situazione ai limiti dell’inverosimile quella con cui si sono dovuti confrontare nella nottata di ieri i Carabinieri del Comando Provinciale di Lecce, quelli della stazione di Calimera e gli uomini del 118.

Due fratelli rumeni, Costel e Florim Bambu, rispettivamente di 30 e 28 anni, con precedenti penali alle spalle, brandendo posaceneri in porcellana e coltelli a scatto, si procuravano volontariamente ferite sul proprio corpo con atti di autolesionismo.

Più gli uomini delle Forze dell’Ordine e il personale medico del 118 li invitavano a desistere e a darsi una calmata, più i due uomini in evidente stato di agitazione (ma con un curriculum già ferrato per atti di tale tipo che avevano effettuato anche in passato) continuavano a ferirsi e tagliarsi in varie parti del corpo, spallegiandosi l’un n l’altro.

Ci è voluto l’intervento deciso dei Carabinieri a riportare ordine: gli uomini dell’Arma resisi conto che la situazione poteva degenerare, con un gesto repentino hanno immobilizzato i fratelli, li hanno consegnati al personale medico affinché somministrasse loro dosi di calmante e hanno sequestrato gli oggetti contundenti e quelli a lama con cui si autolesionavano.

A seguito di tale notte concitata, i Carabinieri, fortunatamente usciti indenni dalla colluttazione con i due rumeni, hanno comunque avvisato il magistrato di turno presso la Procura di Lecce, Dott. Gagliotta, che ha predisposto l’arresto dei due fratelli per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e per minacce, il tutto aggravato dall’uso di armi, con conseguente restrizione dei due presso la Casa Circondariale di Borgo San Nicola, in attesa dell’udienza di convalida che si terrà nei prossimi giorni.



In questo articolo: