Si avvicina la sfida con la Lazio, parla Rossettini lo stacanovista: “Gara da affrontare con coraggio e sacrificio”

Il centrale patavino fino a ora ha disputato tutte le 11 partite dei giallorossi. Prosegue la preparazione nella Capitale. Vera convocato in Nazionale.

A poco più di 48 ore dalla sfida dello stadio “Olimpico” che vedrà i giallorossi opposti a una delle squadre più in forma del momento, la Lazio di Simone Inzaghi, in quella che sarà una partita particolare per mister Fabio Liverani e per il Direttore Sportivo Mauro Meluso, proseguono nella capitale gli allenamenti di capitan Mancosu e compagni.

Nella giornata di ieri la compagine salentina è stata impegnata in un triangolare con tempi da 45’ minuti con le formazioni Under 17 della Tor Tre Teste e Atletico Lodigiani presso il Campo Francesco Gianni di San Basilio.

Nonostante, fino a questo momento, il Lecce abbia incassato reti in tutte le gare disputate, sono infatti 21 le volte in cui Gabriel ha dovuto raccogliere il pallone dalla propria porta e quella giallorossa risulta essere una delle porte più perforate del torneo, il reparto arretrato può contare su un centrale dalla grandissima esperienza, quel Luca Rossettini, con alle spalle 11 stagioni nel massimo campionato, che fino a oggi ha disputato tutte le partite.

Luca Rossettini

“È una bella sensazione quella di essere stato sempre presente in queste prime undici gare di campionato. Era un mio obiettivo quest’estate quando ho scelto di vestire la maglia giallorossa, dopo un’annata poco felice”, ha affermato il centrale patavino.

“Certamente i bilanci si fanno a fine stagione, ma cerco sempre di allenarmi al massimo dando la mia disponibilità, fermo restando che l’obbiettivo comune venga prima di tutto”.

Il partner di reparto Lucioni

“Con Lucioni ci troviamo bene. Com’è normale che sia dobbiamo lavorare ancora per cercare di migliorare i meccanismi e l’affinità. Rivediamo spesso le immagini delle partite e analizziamo quello che non è andato per il verso giusto o che possiamo migliorare, ma questo fa parte di un processo di crescita che riguarda tutta la squadra”.  L’assist con il contagiri per Lapadula

L’esultanza di Lapadula (ph.Paliaga)

Assist a Lapadula contro il Sassuolo? Con Gianluca ci conosciamo da tre anni, lui è un giocatore rabbioso che attacca la profondità e in allenamento proviamo spesso queste situazioni. Il mio lancio è stato giusto, lui ha fatto uno stop straordinario come la conclusione e i meriti maggiori del gol sono i suoi, che ha valorizzato il mio passaggio”.

La sfida dell’Olimpico

“Domenica contro la Lazio?  Dovremo affrontare quest’impegno come abbiamo fatto nelle ultime gare, con coraggio e voglia di prendere punti su un campo difficile e contro una squadra fortissima. L’unica ricetta è quella di fare una gara di sacrificio tutti e undici, cercare di concedere il meno possibile prestando la massima attenzione. Delle partite con i biancocelesti ricordo con piacere quella di due anni fa con il Genoa, quando riuscimmo a ottenere i tre punti e spero che questo possa essere di buon auspicio”.

Quattro pareggi di fila

Quattro risultati utili consecutivi? La squadra sta crescendo, abbiamo commesso qualche passo falso come a Bergamo, ma ci siamo subito rialzati. Cerchiamo di prendere insegnamento da ogni gara per cercare di non commettere più gli stessi errori. I tifosi

Grande seguito dei nostri tifosi a Roma? Per noi sono fondamentali, domenica scorsa il rammarico più grosso per il pareggio con il Sassuolo è stato quello di non essere riusciti a regalare quella vittoria che ancora manca al Via del Mare. Il loro entusiasmo per noi rappresenta un’arma in più”.

Intanto, notizia dell’ultima ora, l’esterno di difesa Brayan Emanuel Vera Ramirez è stato convocato nella Nazionale Under 23 in occasione della gara amichevole Giappone-Colombia in programma il prossimo 17 novembre.



In questo articolo: