La Befana riempie le calze e i Re Magi arrivano da Gesù. L’Epifania tra sacro e profano

Oggi ultimo giorno delle feste natalizie 2018-2019. La Befana arriva per i bambini e i re magi giungono nella grotta di Gesù. Qualche appuntamento.

I bambini, dopo aver scartato i regali sotto l’albero nel giorno di Natale, oggi son pieni di gioia dopo aver atteso l’anziana streghetta che vola sulla scopa. Ma a Natale non arriva soltanto Babbo Natale, nasce Gesù, così come nel giorno dell’Epifania non arriva soltanto la Befana, ma i Re Magi giungono finalmente alla Grotta di Betlemme per adorare il Bambino.

Oltre ai tanti eventi disseminati nel Salento in cui i bambini vedranno la Befana che porta dolci e caramelle, si ripetono le tradizioni nei presepi viventi.

In ognuno dei presepi allestiti in provincia, arriveranno i Tre Re che hanno seguito la stella cometa.

In particolare, ricordiamo il presepe di Martano dove alle 15 in piazza Caduti figuranti, famiglie e visitatori daranno il via ad un corteo che si sposterà verso l’atrio del Palazzo Baronale, in via Marconi. Qui avverrà la “Cerimonia del Bacio del Bambino” e l’arrivo dei Re Magi a cavallo. Poi, tutti i bambini si recheranno nelle proprie postazioni, aprendo così l’ultimo appuntamento del Presepe Vivente di Martano.

Questa mattina a Lecce, invece, alle ore 11:15, sul sagrato della Chiesa di San Giovanni Battista di Lecce, è previsto l’arrivo in processione dei Re Magi a cavallo, in una celebrazione festosa aperta a tutti. Un’occasione per far vivere ai bambini la bellezza dell’Epifania e riscoprirne il vero senso: la manifestazione del Signore che porta la comunione tra i popoli. Grazie alla collaborazione di numerosi negozi di Lecce, verranno distribuiti giocattoli a tutti i bambini che parteciperanno.

E ancora alle 11,30 nella parrocchia di San Massimiliano Kolbe a Lecce, l’arrivo dei Magi con la partecipazione straordinaria della Befana che donerà calze a tutti i bambini, e le melodie degli zampognari provenienti dell’Abruzzo.

In serata alle 17 a Borgo San Ligorio, nel frantoio di un’antica masseria, un suggestivo presepe vivente con tante scene realizzate nella roccia. Le nenie natalizie eseguite da alcuni musicisti accompagneranno i Re magi nella grotta della natività. A riscaldare gli animi il fuoco dei camini e pittule realizzate al momento.

Questi e tanti altri gli appuntamenti da non perdere. Poi domani si torna a scuola e delle feste rimarrà soltanto un bel ricordo.


In questo articolo: