A sud di Castro fino a Leuca: insenature, torri, porti e acque profonde

Continua il viaggio di Leccenews alla scoperta dei posti più incantevoli della litoranea. Bellissimo e suggestivo il tratto che da Castro conduce a Leuca.

Tra Castro e Leuca la costa salentina propone luoghi estremi, di notevole fascino e bellezza. La prima località da non mancare è l’insenatura dell’Acquaviva, un piccolo fiordo molto frequentato nel periodo estivo da famiglie con bambini, qui l’acqua del mare è particolarmente fresca, resa tale dalle acque sorgive da cui trae nome il luogo.

Ad Andrano si può far tappa alla Grotta Verde, mentre il viaggio verso sud offre l’opportunità di scoprire Tricase Porto, elegante marina con uno scalo attrezzato per pescatori e diportisti. Qui si affacciano splendide ville che offrono una vista spettacolare di aurore e albe sul mare.

Da Tricase Porto a Marina Serra, dove spicca per la sua originale fisionomia la zona delle ‘piscine’, affascinanti e affollate nelle giornate più calde.

A dominare la scogliera, nel territorio di Tiggiano, ci pensa la rinomata Torre Nasparo, la torre costiera più alta del Salento con i suoi 135 metri slm, che regala uno dei panorami più belli della costa del sud.

E a proposito di panorami, la gradazione del fascino e della bellezza raggiunge i vertici dell’espressione in località Ciolo, nel territorio di Gagliano del Capo, località famosa per il ponte che la sovrasta. Si tratta della seconda insenatura più profonda della costa orientale della provincia di Lecce, l’unico punto in cui la strada litoranea cavalca il mare, probabilmente uno dei luoghi più noti e amati di tutta la Puglia.

ph. Francesco Bello



In questo articolo: