Operazione investigativa “Armonica”, chiusa l’inchiesta. 29 persone indagate

Ricordiamo che martedì mattina, sono stati eseguiti 22 arresti. Nell’avviso di conclusione, risultano indagate altre sette persone a piede libero.

A poche ore di distanza dagli arresti, arriva la chiusura dell’inchiesta “Armonica”. Le contestazioni sono sostanzialmente quelle contenute nell’ordinanza di custodia cautelare, eseguita martedì mattina.

L’avviso di conclusione, a firma del sostituto procuratore Valeria Farina Valaori, vede indagate 29 persone. Anzitutto, gli arrestati finiti dietro le sbarre: Fernando Nocera, detto Zio o Vecchio, 53 anni, di Carmiano; Andrea Arnesano, 39 anni, di Carmiano; Francesco Bruno, detto Banana, 48 anni, di Carmiano; Stefano Ciurlia, 49 anni, di Carmiano; Livia Comelli, 61 anni, di Udine; Davide Conversano, 28 anni, di Carmiano; Matteo Conversano, 30 anni, di Carmiano; Massimo Coppola, detto Napoletano, 46 anni, di Novoli; Giuliana Cuna, 45 anni, di Monteroni; Alessio De Mitri, 30 anni, di Carmiano; Daniele Esposito, 37 anni, di Carmiano; Marcello Fella, detto Tedesco, 59 anni, di Carmiano; Stefano Garofalo, detto Falloppa, 32 anni, di Carmiano; Andrea Luggeri, detto Jimmy, 29 anni, di Carmiano; Diego Pellè, 36 anni, di Porto Cesareo; Gabriele Pellè, 42 anni, di Lecce; Graziano Tondi, 21 anni, di Carmiano; Andrea Visconti, detto Gingellino, 27 anni, di Carmiano.

E poi, i quattro indagati ai domiciliari: Leandro Nico Martena, 33 anni, di Novoli; Fabio Spagnolo, 44 anni, di Porto Cesareo; Pietro Spalluto, 40 anni, di Torchiarolo; Gabriele Tarantino, 40 anni, di Monteroni.

Infine, risultano indagati a piede libero: Francesco Carrozzo, detto Salas, 34enne di Carmiano; Giuseppe Paladini, 52 anni di Carmiano; Torquato Pati, inteso Danilo, 39 anni di Monteroni; Andrea Tondi, 38 anni di Carmiano; Anthony Vitale, 29 anni di Carmiano; Roberto Spedicato, 54 anni di Gallipoli, detto Bonzo; Massimiliano D’Arpa, 28enne di Carmiano. I sette rispondono, a vario titolo, di danneggiamento seguito da incendio, tentato furto e detenzione e spaccio di stupefacenti.

Gli interrogatori

Nella giornata di ieri, presso il carcere di Borgo San Nicola, si è svolto l’interrogatorio di garanzia di Fernando Nocera, detto Zio o Vecchio, 64 anni, di Carmiano. Il presunto boss ha rilasciato spontanee dichiarazioni, “scagionando” la moglie e la donna con cui avrebbe avuto una relazione sentimentale. Egli ha sottolineato l’estraneità di Livia Comelli, 61 anni, di Udine e Giuliana Cuna, 45 anni, di Monteroni, ai fatti contestati.

Questa mattina si è invece svolto, dinanzi al gip Cinzia Vergine, l’interrogatorio di Giuliana Cuna che si è avvalsa della facoltà di non rispondere. Stesso discorso per: Daniele Esposito, 37 anni, di Carmiano; Marcello Fella, detto Tedesco, 59 anni, di Carmiano; Stefano Garofalo, detto Falloppa, 32 anni, di Carmiano; Alessio De Mitri, 30 anni, di Carmiano.

Soltanto Massimo Coppola, detto Napoletano, 46 anni, di Novoli, ha chiarito la propria posizione dinanzi al giudice.

Sono assistiti dagli avvocati: Angelo Vetrugno, Cosimo D’Agostino, Massimiliano Petrachi, Salvatore Mazzotta.

Gli arresti

Ricordiamo che martedì mattina, sono stati eseguiti 22 arresti.

Gli indagati rispondono, a vario titolo, di associazione mafiosa, associazione finalizzata al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione e porto abusivo di armi, estorsione e danneggiamento, con l’aggravante del metodo mafioso.



In questo articolo: