Eccellenti le acque del mare di Porto Cesareo, da Arpa Puglia arriva la certificazione

I risultati in base ai campionamenti svolti dall’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale su numerose zone della località rivierasca.

Certamente è una buona, buonissima notizia per gli amanti delle acque salentine, anche se, quest’anno, bisognerà sapere quando e, soprattutto, come – e in tal senso si stanno testando una serie di soluzioni – poterne godere. A ogni modo, ancora una volta, viene confermato quanto di buono è stato sempre detto sul mare del Salento.

Eccellente, questo l’aggettivo con cui vengono indicate le acque di balneazione della costa di Porto Cesareo, così come riportato, nero su bianco, nelle tabelle allegate alla deliberazione della giunta regionale del 19 marzo 2020, n. 385, sulla base ai campionamenti effettuati dall’ARPA Puglia – Territorio di Lecce e provincia.

Le zone degli esami

I prelievi sono stai effettuati lungo tutta la costa, nelle seguenti zone: la Strea; tratto di mare interno a Porto Cesareo; Scala di Furno; Torre Chianca; Bacino Grande; Torre Lapillo; da Torre Lapillo alla torre; Torre Castigione; Laghetto; Lido degli Angeli; 300 metri a sud di Punta Prosciutto; foce del bacino; bacino dei Tamari

“I campioni sono stati effettuati in diversi punti a partire da località La Strea sino a Punta Prosciutto – commenta il sindaco, Salvatore Albano. Nonostante le incertezze che caratterizzeranno la stagione estiva oramai alle porte speriamo che questa notizia sia di buon auspicio per il territorio”.

(Foto di copertina di Giulia Tondi)



In questo articolo: