[email protected], a Lecce le eccellenze dell’olivicoltura italiana

La manifestazione attesa dal 7 al 9 marzo all?interno delle Officine Cantelmo di viale De Pietro verrà presentata nella mattinata di martedè¬ 4 marzo nella Sala del Consiglio della Camera di Commercio di Lecce.

Tre giorni completamente dedicati al settore dell’olivicoltura italiana. Torna nel Salento [email protected], l’evento che ospiterà dal 7 al 9 marzo prossimo l’eccellenza della filiera olivicola-olearia alternando a focus tecnici con esperti, ricercatori e stakeholder a manifestazioni collaterali, momenti culturali ed educativi, degustazioni e la fase finale del prestigioso premio nazionale “L’Oro d’Italia2014”.
Location dell’evento saranno gli spazi delle Officine Cantelmo di Lecce allestite per accogliere e soddisfare le esigenze di portatori d’interesse provenienti da tutto il mondo ma anche dei tantissimi consumatori attesi, visto l’ottimo successo degli scorsi anni.

Nel programma della tre giorni spiccano il Convegno nazionale sull’olivicoltura italiana (previsto nella mattinata del 7 marzo), che metterà a confronto gli esperti sui principali temi e sulle novità del nuovo Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020, e il question time “L’olivicoltura si ricerca” atteso nel pomeriggio, dalle 15 alle 18.30 con la partecipazione dei massimi ricercatori italiani, chiamati ad illustrare il rapporto tra produzione, innovazione e tecnologia. Davvero particolare la giornata dell’8 marzo: in mattinata è previsto un incontro che omaggia la figura della donna imprenditrice, con eccellenti testimonianze femminili che racconteranno la loro vita tra lavoro, passioni, impegno e successi.

Nel pomeriggio, invece, spazio al gran galà di premiazione de “L’Oro d’Italia 2014”, la quinta edizione del prestigioso premio nazionale organizzato da O.L.E.A., Regione Puglia – Assessorato Risorse Agroalimentari, Coldiretti di Lecce e CEA Posidonia di Ugento e dedicato agli oli di eccellenza, da quelli "extravergini" a quelli fregiati da riconoscimento europeo DOP e IGP, passando per gli extravergini "monovarietali", quegli "biologici" e quelli ottenuti da oliveti del nord-Italia coltivati al di sopra del 45° parallelo.

Si chiuderà domenica 9 marzo (dalle 9.30 alle 139 con “PresentiamOli”, un incontro di degustazione guidata degli oli partecipanti al concorso  tenuto dagli esperti assaggiatori dell’OLEA e rivolti sia alle aziende partecipanti al concorso che ai giovani, in modo particolari ai diversamente abili mediante l’ausilio del linguaggio dei segni. Nella location leccese, infine,per l’intera durata della manifestazione, non mancheranno le degustazioni dei prodotti a marchio collettivo “Prodotti Qualità di Puglia” e “Campagna Amica”.



In questo articolo: