Giovanni Serafino confermato Presidente della Sezione Turismo di Confindustria Lecce

È stato eletto per il mandato 2021/2025. Imprenditore del settore da circa 40 anni, è impegnato sia nell’incoming, sia nella promozione territoriale oltre ad essere docente in numerosi corsi di formazione

L’Assemblea della Sezione Turismo di Confindustria Lecce ha confermato per il quadriennio 2021/25 come suo presidente Giovanni Serafino, 58enne, imprenditore del settore da circa 40 anni, impegnato sia nell’incoming, sia nella promozione territoriale. Organizza eventi di natura turistica e culturale, oltre ad essere docente in numerosi corsi di formazione. Serafino è anche giornalista pubblicista.

L’Assemblea ha eletto vice presidente Fernando Nazaro – Bianco Palace Hotel; delegato nel Comitato Piccola Industria Vincenzo Portaccio – Torre Pizzo Srl; delegato nel gruppo Turismo di Confindustria Puglia Giuseppe Coppola – Niccolò Coppola Srl; delegata all’Internazionalizzazione Amedea Nielli – Adriateca Real Estate; delegata alla Formazione Stefania Mandurino – Elios Tour. Componenti del Consiglio di Sezione, insieme al presidente e al vice presidente, sono: Giuseppe Coppola, Sergio Mandurino, Rosellina Martino, Andrea Montinari, Anna Paola Montinaro, Gabriele Totisco, Luigi Vitale.

“È per me un onore e un piacere – ha affermato Serafino – essere stato riconfermato alla guida della Sezione, poiché ci sono tante iniziative che sono state avviate e che, a causa dell’emergenza pandemica, hanno subito un rallentamento o sono in stand by. È necessario riprendere le redini di un settore molto promettente per l’economia del territorio, ma che deve essere governato e portato sempre di più ad intercettare fasce diversificate di turismo, alle quali proporre ogni volta pacchetti integrati di sicuro appeal. Insieme ai colleghi della Sezione, infatti, punteremo a creare occasioni di formazione professionale qualificata e cercheremo anche di costruire eventi di ampio respiro che diano lustro al territorio e alle sue peculiarità. In questo, sarà fondamentale la sponda istituzionale, a partire dalla Regione Puglia, fino ai comuni più piccoli: solo facendo sistema e lavorando tutti insieme, del resto, potremo ottenere risultati straordinari. Non è più tempo dell’improvvisazione, il Salento e la Puglia sono un vero e proprio brand turistico sul quale lavorare e costruire progettualità valide 360 giorni all’anno”.



In questo articolo: