L’arte in vetrina per fare più belle le nostre città e per animare le attività commerciali

Con la seconda edizione de l’Arte in vetrina decine di artisti, pittori, scultori, fotografi espongono le loro opere nei negozi della città di Maglie. È il trionfo della bellezza.

Se non ci fosse l’arte cosa sarebbe la nostra vita? La consapevolezza che l’arte in tutte le sue esplicitazioni sia uno strumento per arricchire l’esistenza di ciascuno ha portato ad immaginare un percorso di socializzazione territoriale con le arti figurative. Così, anche quest’anno, arriva l’Arte in vetrina che dal 14 al 29 aprile 2018 trasforma la città di Maglie in una vera e propria galleria diffusa: 18 esercizi commerciali per altrettanti artisti, che hanno aderito prontamente e con grande entusiasmo alla volontà di rendere l’arte alla portata di tutti.

Anche l’Accademia di Belle Arti sarà protagonista dell’iniziativa, esponendo oltre 30 opere di giovani artisti all’interno della Galleria Capece.

L’evento, organizzato dall’associazione NextArt Cultura, consente di ospitare all’interno degli esercizi commerciali opere di importanti e storicizzati artisti, ma anche di talenti emergenti del territorio: Marc Chagall, Ercole Pignatelli, Valentino Marra, Tonino Caputo sono solo alcuni dei grandi nomi che riverseranno tutta la loro energia creativa nella quotidianità delle strade magliesi.

Nei giorni scorsi, la modella Konjo Mesi ha prestato la sua bellezza a questa collettiva per scatti d’autore, che l’hanno vista posare insieme alle opere esposte nelle molteplici sedi de L’Arte in Vetrina.

A conferma di un progetto che vuole rendere la cultura più vicina al suo pubblico, un concorso gratuito metterà in palio la litografia del grande Ercole Pignatelli IVª Dimensione, presentata dall’artista durante la sua ultima mostra leccese, ospitata un anno fa dalla Galleria Germinazioni IVª.0 a lui dedicata. Per prendere parte all’estrazione, che avverrà il prossimo 28 aprile, sarà sufficiente richiedere l’apposita cartolina presso uno dei negozi aderenti.

“Gran parte del merito – commenta Mirella Coricciati, organizzatrice della rassegna – va alla città di Maglie che con la sua raffinatezza e con buon gusto è riuscita ad accogliere le opere a volte davvero preziose di artisti straordinari. C’è anche una finalità benefica che si traduce nella collaborazione con Unicef, del resto l’arte ha questa capacità di donare benessere e quindi la comunicazione visiva rende naturale questo dono.”



In questo articolo: