Natura, giochi, enogastronomia e divertimento. Gli appuntamenti di Pasquetta nel Salento

Saranno tantissimi gli eventi e le manifestazioni ai quali i salentini e i tantissimi turisti che affolleranno il territorio potranno partecipare nella giornata del Lunedì dell’Angelo. I Consigli di Leccenews24.

È il giorno successivo a quello in cui si celebra la Santa Pasqua, nel quale si ricorda l'incontro dell'Angelo con le donne giunte al sepolcro.

Si parla, naturalmente, del lunedì dell’Angelo, meglio conosciuto con il nome di Pasquetta, giorno in cui turisti, visitatori e anche tantissimi salentini, si riverseranno sul territorio per trascorre una giornata totalmente all’insegna del riposo, del divertimento e dello svago.

Pasquetta è alle porte, all’appuntamento mancano meno di sette giorni (il 6 aprile) e, come ogni anno, saranno tantissimi gli eventi, le manifestazione e le iniziative ai quali si darà vita nei tantissimi comuni del Salento a cui si potrà prendere parte.

A Caprarica di Lecce è in programma la Pasquetta sulla Serra. Dalle 9 fino al tramonto, saranno tantissime le attività poste in essere, come ad esempio la gara degli aquiloni e una serie di giochi popolari. Inoltre sarà possibile visitare il Parco Comunale della Serra, inaugurato nella scorsa primavera.
Nel corso dell’evento i partecipanti potranno assistere al concerto di "Sguariu – Sicilia e Salento" con Anna Cinzia Villani e Il cantautorato siciliano Leone Marco Bartolo. Durante l’esibizione musicale si potranno ascoltare la pizzica e lo stile e le ritmiche di Giuseppe Delle Donne e Claudio Miggiano.

A Melendugno, invece, la villa comunale sarà trasformata in uno spazio dove tutti i cittadini  potranno vivere una giornata di assoluta spensieratezza.
Nei giardini comunali, infatti, si potrà dare vita a pic-nic grazie a panche e tavoli allestiti per l’occasione, ma anche i più piccoli potranno godere appieno di questa giornata grazie a tanti giochi.

Un Lunedì dell’Angelo all’insegna della natura, invece, si potrà trascorrere al Museo di storia naturale del Salento, a Calimera. Per l’occasione i bimbi entreranno gratis. Chi si recherà nel museo del comune della Grecìa potrà assistere alla liberazione di alcuni rapaci, visitare l’ospedale degli animali selvatici e osservare il cielo sotto la sapiente guida degli astrofili.

Tra le diverse tradizioni collegate alla Pasquetta nel paese nel cuore della grecìa salentina, una delle più importanti senza dubbio è il passaggio nella "Pietra della fecondità" che capeggia imponente nella chiesetta medievale dedicata a  San Vito. Nei secoli, intorno al monolite che ha al centro un foro di circa 30 centimetri, si sono “ricamate” numerose credenze tramandate di generazione in generazione e giunte intatte fino a oggi. Si credeva, infatti, che riuscire ad attraversare lo stretto buco portasse benefici come la purificazione dal peccato o addirittura la fertilità.
 
Una leggenda narra che il foro si allargherebbe a seconda delle stazza delle persone in modo da permettere a tutti di compiere il rituale che permette di scambiare le proprie energie con quelle della madre terra.  Ancora oggi, centinaia di persone si riversano nella piccola chiesa, situata tra gli ulivi e custodita dai muretti a secco e pur di riuscire a passare attraverso il foro nella pietra largo non più di 25 cm sono disposti a fare file lunghissime.

Musica e piatti tipici della tradizione salentina saranno, invece, protagonisti ad Ortelle con la “Pasquetta a Lu Campu”, un’azienda agrituristica locale, infatti, aprirà le porte a chi desidera trascorrere la giornata in un clima di festa e convivialità.

Al Parco di Santa Barbara a Veglie, infine, Pasquetta all’insegna della musica con la cantautrice salentina Nicoletta Notaro meglio conosciuta come La Nik, successivamente si esibiranno  i Los Locos e per finire spazio alla spumeggiante esuberanza di Striniuzzo.

Per chi non si fosse organizzato con il pranzo al sacco e volesse fermarsi a mangiare è possibile degustare tipici prodotti salentini, a prezzi modici, al ristorante: Il Vizio Del Barone.
Si consiglia la prenotazione. Tel. 338/7646100.



In questo articolo: