Strage di Porto Cesareo, fermato il presunto assassino

L”™uomo un 51enne di Manduria, ma residente da tempo nel comune rivierasco, è¨ stato fermato nella nottata di ieri. I dettagli al termine della conferenza stampa che si svolgerà presso la Procura della Repubblica

A poco più di 24 ore dall’omicidio efferato dei coniugi Ferrari che ha sconvolto l’intera comunità di Porto Cesareo e non solo, le indagini prontamente avviate dai Carabinieri del comando provinciale hanno già dato i primi frutti e un primo nome.

Nel corso della nottata appena trascorsa, infatti, gli uomini dell'Arma del Nucleo Investigativo, insieme a tutti i militari impegnati nelle indagini per il duplice omicidio, hanno sottoposto a Fermo di Polizia Giudiziaria, sotto il coordinamento dell’Autorità Giudiziaria: Vincenzo Tarantino, 51enne, originario di Manduria, da tempo residente a Porto Cesareo, ritenuto dagli inquirenti autore materiale del duplice omicidio.

Duplice sembrerebbe anche il movente del delitto: un forte risentimento nei confronti delle vittime ritenute dall’uomo causa dell’allontanamento della ex convivente (una nipote dei coniugi Ferrari) e la convinzione di poter racimolare un cospicuo bottino con quanto custodito nella cassaforte.

Maggiori dettagli verranno forniti al termine della conferenza stampa convocata per la mattinata di oggi presso gli uffici della Procura della Repubblica di Lecce.

Leggi l'articolo completo



In questo articolo: