​Il turismo mondiale fa tappa alla Bit. Puglia regina indiscussa, Salento prima destinazione

La Puglia conferma il proprio trend positivo nel ranking delle destinazioni turistiche più richieste. Alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano, protagonista anche il Salento, che si conferma prima tra le destinazioni.

Continua il trend positivo della Puglia che conferma il primato nel ranking delle destinazioni più richieste. Non solo il nostro mare, che in questi anni è sempre stato un plebiscito di consensi. I big del turismo nazionale e intercontinentale puntano sulla bellezza di una terra che conquista tutti con i suoi borghi più autentici. Culle di civiltà, cultura e tradizioni che in un mix vincente, esaltano il vero fascino di questo territorio. Palmares al Salento che si conferma, anche per quest’anno, prima tra le destinazioni più richieste. Masserie, dimore storiche e un mare bellissimo, gli attrattori naturali. Un turismo internazionale che sta trasformando in modo irreversibile, il Salento, nella nuova mecca delle vacanze, non solo estive. Di pochi giorni fa, il sondaggio di Telegraph, quotidiano britannico con oltre 150 anni di storia, che ha indicato le spiagge salentine, specie quelle del versante ionico, un must-to-see per i cittadini inglesi.
 
I target dei vacanzieri sono vari e oltre che sui collaudati pacchetti per famiglie, oggi in Salento si punta su prodotti upscale per chi sceglie di abbinare al relax di una vacanza al sole, la natura, la storia e i profumi di questo luogo magico. Olga Provotorova, operatrice turistica russa e direttrice dell’agenzia EvenTuale, è innamorata della Puglia e del Salento e la incontriamo mentre organizza freneticamente i suoi appuntamenti.
Ai microfoni di Leccenews24 Olga parla del segmento Luxury, quello più richiesto alla sua agenzia dai sui connazionali che scelgono la Puglia e il Salento non solo per le vacanze ma anche per suggellare promesse di amore eterno.
“Per Luxury non intendiamo il concetto che siamo abituati a considerare; il vero lusso per i russi non è caviale e champagne, il lusso più ricercato è il tempo. La bellezza di questi vostri luoghi e i ritmi rallentati sono preziosi. Parliamo di cittadini russi che sono cresciuti con la cultura del bello e che della Puglia e del Salento amano le autenticità, l’arte e la natura”. 

Non c’è da meravigliarsi, in effetti. Il Salento slow è indubbiamente vincente e il turismo lento ne è l’aspetto pragmatico che ha portato in alto la nostra industria turistica. Fondamentale valorizzare questo aspetto e fare rete. Ne parla ai nostri microfoni, Luigi Anfosso, direttore di Naturalis a Martano e di Vinilia a Manduria. “Fare sistema è indispensabile così come creare una rete in supporto alle strutture ricettive, in modo da ottimizzare la promozione. Le strutture Naturalis e Vinilia appartengono al circuito Relais du Silence, una rete che accoglie le eccellenze ricettive e che le promuove su una piattaforma internazionale. Naturalis e Vinilia sono un esempio importante di come si possa fare sistema e destagionalizzare puntando soprattutto su un target straniero, amante della qualità.

Durante una conferenza stampa, è stata proprio l’Assessore regionale Loredana Capone, a porre l’accento sul fascino indiscusso di questa territorio. Leccenews24 ha incontrato l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Gestione e Valorizzazione dei Beni Culturali.

Assessore, qual è il futuro del segmento turismo per la nostra Regione?

"I numeri parlano chiaro, un più 16% di presenze indica chiaramente che la Puglia si sta strutturando come una vera e propria impresa turistica. Ma questo dato non ci deve far dormire sugli allori. Bisogna invece attivarsi per prolungare la stagione turistica valorizzando il patrimonio enogastronomico, l’artigianato artistico, il benessere,  i parchi e i bellissimi percorsi ciclabili che consentono di scoprire il territorio con uno sguardo nuovo. Quest’anno, poi è l’anno dei borghi che sono la vera sorpresa che il turista incontra quando viene in Puglia e nel Salento".

Lei ha sentito la necessità di fare un appello in favore delle Marine di Melendugno e delle strutture ricettive di quel territorio. Loredana Capone accanto al popolo No Tap?

"Ho voluto ribadire, nel mio intervento, la bellezza di questi luoghi, di un mare splendido e di un entroterra ricco di cultura e arte. Certo, sono accanto a cittadini salentini che stanno manifestando in maniera non violenta, l’amore per la propria terra".

L’autenticità culturale e il folklore autentico, possono essere un volano per promuovere il nostro territorio 365 giorni all’anno?

"Assolutamente sì. Abbiamo proprio per questo, voluto la nostra campagna ‘Puglia 365’. Da un lato, la promozione per 365 giorni e dall’altro l’accoglienza 365 giorni all’anno, proprio perché di quest’autenticità si nutrono i nostri luoghi. Dalle masserie ai trulli, dalla bellezza dei muretti a secco alle ricchezze artistiche dei centri storici, ai parchi archeologici: la Puglia è un vero puzzle di opportunità. A noi il compito di accompagnare i comuni nel rendere fruibile a tutti questi tesori".

di Tiziana Protopapa

 



In questo articolo: