Lecce e Otranto, invasione di turisti per i ponti di 1 maggio e 25 aprile

Nessuno puè² lamentarsi per le presenze di questi giorni nel Salento. I ponti del 25 aprile e del primo maggio hanno confermato il trend degli anni scorsi. Otranto, regina della primavera salentina

Nessuno può lamentarsi per le presenze di questi giorni nel Salento. I ponti del 25 aprile e del primo maggio hanno confermato il trend degli anni scorsi. Otranto, regina della primavera salentina.

Straripante primo maggio a Lecce. Nel pomeriggio e nella serata di ieri, non appena il meteo ha concesso spiragli degni di nota, la città si è colorata di gente. Migliaia di persone nel centro storico, tra Piazza Sant’Oronzo e il corso principale, per quello che a molti è sembrato un aperitivo d’estate.
Le festività pasquali e i ponti del 25 aprile e del primo maggio hanno messo alla prova la tenuta della stagione turistica nel suo battesimo del fuoco. Locali, pub, ristoranti affollati e non solo a Lecce.

A Otranto per esempio l’ultima settimana è stata un vero e proprio tuffo nel turismo più spinto. Comitive, gruppi organizzati e famiglie hanno scelto la città più orientale d’Italia per trascorrere i ponti festivi e per i prossimi giorni sono previsti altri arrivi importanti.

Nelle località marittime e balneari invece, è stata l’occasione per inaugurare i primi bagni a mare. In leggero anticipo solo rispetto ai residenti, perché per molti forestieri la temperatura dell’acqua in questa stagione è ideale, tedeschi, inglesi e svedesi lo confermano.