La suggestione ed i sapori delle Sagre autunnali nel Salento. Alcuni appuntamenti

Settembre ed Ottobre sono mesi ricchi di eventi e di sagre, scopriamo insieme alcuni imperdibili appuntamenti per conoscere meglio i sapori salentini!

Non ci stancheremo mai di ripetere che l’autunno veste il Salento del suo volto più bello. Settembre ed Ottobre offrono al visitatore la meraviglia e la quiete del litorale semideserto, ma anche la possibilità di partecipare ad un vasto numero di sagre enogastronomiche, proverbialmente luoghi privilegiati per scoprire i sapori tradizionali della nostra bellissima terra.
Eccovi qualche spunto!

Sagra della Pagnotta e del Vino
Galatone, 7 Settembre
La Sagra della pagnotta e del vino si svolge in occasione dei festeggiamenti in onore della Madonna della Grazia. La fragranza del pane casereccio ed il forte odore del vino rosso locale caratterizzano questo interessante momento di aggregazione della comunità.
La Pagnotta ed il vino costituivano il tipico pasto consumato dai pellegrini in visita al Convento Santa Maria della Grazia e la sagra rappresenta dunque un atto di devozione alla Madonna ma anche l’espediente per mantenere viva la tradizione dei pasti contadini, genuini e frugali.

Sagra della Puccia
Minervino, 14 Settembre
A Cocumola, frazione di Minervino, parallelamente alle celebrazioni della Madonna dell’ Uragano, ogni anno si rinnova l’appuntamento con questa sagra gastronomica. La Puccia è un pane morbido tipico del Sud della Puglia, impastato con semola di grano duro che-in occasione della sagra- può essere farcito con tantissimi prodotti biologici locali e gustato a ritmo di musica popolare.

Sagra “Frate Focu”
Scorrano, 4 Ottobre
“Laudato si’, mi’ Signore, per frate focu, per lo quale ennallumini la nocte” recitava il Cantico delle Creature di San Francesco d’Assisi , “Frate Focu” sarebbe proprio il Santo umbro ed è a lui che la comunità francescana di Scorrano dedica questa sagra. Il sapore principe dell’evento è il peperone, cucinato in tutti i modi che la tradizione salentina suggerisce: fritto, gratinato, a salsa, alla “conza” oppure “scattarisciatu” nell’olio bollente con i pomodorini “a pennula”.

Fiera “Lu paniri te e site”
Palmariggi, prima decade di Ottobre
“Lu paniri te e site” è un’espressione dialettale che significa “Il cesto delle melagrane”, “lu paniri” è infatti un tradizionale cesto di vimini e le site sono le melagrane. Il centro storico è il cuore della festa e, durante la sagra, potrete visitare una fiera-mercato dove troverete davvero di tutto, dalle produzioni contadine ai mezzi agricoli, dall’artigianato agli utensili per la casa.

Sagra della “Volia Cazzata”
Martano, terza Domenica di Ottobre
“Volia cazzata” non è altro che l’oliva schiacciata, un prodotto tradizionale salentino. Proprio ad ottobre le olive che non sono ancora mature per essere raccolte vengono messe da parte, schiacciate e conservate.
La fiera ha origine antichissime, la prima edizione fu infatti organizzata nel 1986 e da allora la sagra si ripete ogni anno.

a cura di Armenia Cotardo


In questo articolo: