Falcone, Ferguson e Baschirotto. Corvino costruisce il Lecce che verrà, ecco i nomi caldi del calciomercato

Dopo le presentazioni ufficiali di Ceesay e Frabotta si fanno i nomi di Falcone per la porta, Baschirotto per la difesa e Ferguson per il centrocampo.

Per Pantaleo Corvino e Stefano Trinchera è arrivato il tempo degli acquisti. La prima fase del calciomercato è partita in salita per la dirigenza del Lecce e i nomi che si fanno in entrata in queste ultime ore (dopo le presentazioni di Ceesay e Frabotta) sono quelli di Falcone per la porta, Baschirotto per la difesa e Ferguson per il centrocampo.

Dopo la partenza prevista dell’estremo difensore Gabriel e dopo quelle inaspettate del difensore centrale Lucioni e del centravanti Coda, è giunta l’ora di attrezzare la rosa da consegnare a Mister Marco Baroni per giocarsi alla meglio la Serie A dopo la decima promozione. Non c’è tempo da perdere!

Del resto già il 13 agosto, per l’esordio nel campionato italiano di calcio 2022-2023 (leggi il calendario del Lecce), al Via del Mare sarà di scena l’Inter di Simone Inzaghi, la squadra vice campione d’Italia che, insieme ai vecchi nomi, porterà in Salento anche Lukaku, Mkhitaryan, Asllani, Bremer e forse anche Dybala.

C’è bisogno anche di rassicurare la piazza che ha certamente piena fiducia nella serietà di Sticchi Damiani e nella fantasia e nella competenza di Corvino ma che teme che questo pazzo calciomercato possa allontanare dal Salento anche Strefezza (Sassuolo o Torino) e Hjulmand (Napoli). Roba da non far dormire i tifosi più accaniti che tanto hanno apprezzato il gioco dei giallorossi nella scorsa stagione e che speravano in qualche ritocco ad un’ossatura perfettamente collaudata. Colpo di scena, invece! Via i big e in arrivo nomi nuovi che fremono per mettersi in mostra nel Lecce nel segno del rinnovamento. Le voci di Radio Mercato parlano di tre colpi imminenti, dicevamo: Falcone, Baschirotto e Ferguson. Conosciamoli da vicino.

Wladimiro Falcone è giunto forse al momento decisivo della sua carriera. 27 anni, romano di nascita, 198 centimetri di altezza per 86 chilogrammi, reduce da due stagioni più che positive prima in quel di Cosenza e poi a Genova, sponda Sampdoria, in cui ha tolto il posto al titolarissimo Emil Audero, deve solo dimostrare definitivamente di essere un portiere da A.

In Salento avrebbe tutte le possibilità di riscattarsi, di partire con la sicurezza del posto fisso e di svolgere il ruolo della chioccia con il promettentissimo Brancolini che Pantaleo Corvino ha soffiato alla Fiorentina.

Federico Baschirotto, difensore, fisico da corazziere, veronese di nascita ma cresciuto nelle giovanili della Cremonese e dopo alterne esperienze nelle categorie inferiori con Seregno, Forlì, Cuneo, Vigor Carpaneto e Viterbese, letteralmente esploso nell’Ascoli di Mister Sottil, che ha conquistato i play off della Serie B nella scorsa stagione esprimendo un calcio spumeggiante.

Baschirotto, giocando nel ruolo di terzino destro, ha messo a segno due reti ma gli esperti parlano di lui come un jolly difensivo in grado di fare il centrale e all’occasione di occupare anche la corsia di sinistra.

Per il centrocampo il Lecce è sulle tracce di Lewis Ferguson, 22 anni, centrocampista scozzese dell’Aberdeen in cui milita dal 2018 e dove ha segnato ben 27 reti in 132 partite, facendo dell’inserimento sottoporta una delle sue caratteristiche principali che l’hanno fatto apprezzare agli intenditori di calcio.

Resta calda la pista che porta a Lorenzo Colombo per l’attacco e a Baselli o Deiola per la mediana. L’arrivo di Diawara sembra difficile per le alte cifre dell’ingaggio di un calciatore che Corvino conosce molto bene per averlo avuto nel Bologna e che ora è ai margini del progetto di Mourinho per la Roma. Sempre caldo il nome di Jon Dagur Thorsteinsson, 23 anni, nazionale islandese, esterno sinistro di centrocampo.



In questo articolo: