A Otranto ritornano le ‘Minicrociere in porto’, iniziativa giunta al sesto anno di vita

Riparte, da domenica, il progetto portata avanti già da anni dall’amministrazione del rinomato borgo salentino. In cantiere anche il ripristino delle tratte di collegamento tra Otranto, Albania e Grecia. Obiettivo: incrementare la destagionalizzazione.

Che il Salento sia una realtà in crescita, ormai, è un dato di fatto, soprattutto sotto il profilo  turistico, prova ne sono gli eccellenti risultati raggiunti (per introiti, prenotazioni e presenze) durante il week-end di Pasqua che ha fatto registrare, ovunque, il tutto esaurito. Non è un caso, quindi, che gli operatori e le associazioni di categoria del settore spingano, da anni, per una destagionalizzazione che, stando ai dati, diventa sempre più possibile e realizzabile.

Ma, ovviamente, destagionalizzare, vuol dire anche, e soprattutto, investire nei trasporti perché, solo grazie a questi ultimi, alla maggiore facilità di spostamento e raggiungimento delle diverse mete, si agevola il turismo.

Chi, fra gli altri, sembra aver capito questa lezione è, sicuramente, Otranto che, fresco di nomina come borgo più bello d’Italia, anche quest’anno, rinnoverà l’iniziativa delle minicrociere in porto nonché, cosa su cui si sta già lavorando da un po’, quelle dirette verso Grecia e Albania, operazione con cui, il comune salentino, spera di incrementare il turismo anche fuori dalla stagione estiva.

L’accordo raggiunto è il frutto della collaborazione tra l'amministrazione locale e l'agenzia marittima Adriatic Shipping: si parte già questa domenica, 17 Aprile, proseguendo fino al 15 Novembre, ovvero ben sette mesi durante i quali sono previsti approdi con le motonavi Island Sky, Amadea, Lyrial e Variety Voyager.

Grande soddisfazione è stata espressa dal sindaco idruntino, Luciano Cariddi, che ha così ha commentato: “Ritornano nel porto di Otranto gli ospiti delle navi da crociera che già da qualche anno fanno tappa da noi nei loro viaggi lungo le coste del mediterraneo. Un programma quello delle mini crociere che si spingerà sino a novembre con l’alternarsi di diverse motonavi. Un’attività che abbiamo fortemente incoraggiato in questi anni e che cercheremo di sviluppare al meglio anche grazie alla infrastrutturazione portuale progettata. Turisti di diversa provenienza estera che ci aiutano a destagionalizzare e a farci conoscere meglio anche fuori dai confini nazionali. L’Amministrazione Comunale è stata da sempre impegnata nelle politiche della portualità e tra l’altro si sta valutando l’ipotesi di ripristinare le tratte di collegamento da Otranto verso l’Albania e la Grecia per poter così offrire sul nostro territorio ulteriori servizi turistici”.

Luca Nigro



In questo articolo: